www.di-roma.com

 cartest    presentazione standard1    DiRoma2 Prima terza pag1 3 rid3  

A+ A A-

I commercianti incontrano l’Europa: accesso al credito, semplificazione, riqualificazione, rete-imprese

"I commercianti incontrano l’Europa", convegno dall’Associazione Commercio IV Municipio 4Com sul piano d’azione europeo per il commercio al dettaglio, il tutto alla Sala Convegni Villa Tiberia, via Mario Rapisardi 25.

(foto: Angelo Campus)

Convegno 2Le piccole e medie imprese del comparto fanno quadrato per battere la crisi che sta mietendo numerose vittime e, ancora di più, danno una tirata d'orecchie allo Stato che con la sua farraginosa e complessa burocrazia, moltiplica costi in termini di tempo e di oneri finanziari. I due fattori uniti, crisi economica e burocrazia, sono assolutamente micidiali e insieme al difficile accesso al credito formano un mix mortale...

Al convegno sono presenti il presidente della commissione Attività produttive della Regione Lazio, Mario Ciarla, il vicepresidente del Parlamento europeo, l'onorevole Roberta Angelilli e il presidente del III (ex IV) Municipio, Cristiano Bonelli. Con loro, il presidente dell'Associazione Commercio 4Com, Massimiliano De Toma, nonché presidente di Federmodaroma.

A moderare l'incontro, l'avvocato Luigi Ciatti, presidente dell'Ambulatorio Antiusura Onlus. Assente il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, chiamato all'ultimo momento per la cerimonia del nuovo insediamento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Il convegno rappresenta il vero e proprio debutto ufficiale di RisolVo, iniziativa di 4Com, unica nel suo genere: spiegandolo in poche parole, mette insieme commercianti e banche del municipio per un miglior dialogo, un accesso al credito semplificato e rapido grazie a una rete di professionisti. Dall'essere passivi di fronte a una situazione di crisi, si passa a parte attiva e fattiva, creando una rete e un'unione di forze e professionalità, unico metodo non solo per sopravvivere in tempi difficili, ma per vincere. Accesso al credito, semplificazione, riqualificazione, rete di imprese.

«Il convegno di oggi – dice il presidente dell’Associazione 4Com, Massimiliano De Tomapone l’attenzione su quattro punti cardine sui quali è necessario intervenire con determinazione perché in primo luogo lo Stato inverta la sua tendenza, restituendo ai piccoli imprenditori non solo la fiducia, ma la voglia di fare, d’intraprendere, di rischiare, cose che oggi solo una persona dotata di un certo grado d’incoscienza farebbe».

13bScopo del simposio è contribuire in maniera fattiva al miglioramento dell’ambito lavorativo, contribuendo con idee, punti di vista ed indicazioni emerse al termine dei lavori, all’individuazione di un piano di azione europeo per il commercio che definisca una strategia per rendere il settore più competitivo e più efficiente dal punto di vista economico, ambientale e sociale.

«L'obiettivo è lavorare insieme per individuare priorità e criticità del settore – dice l'onorevole Roberta Agelilli, vicepresidente del Parlamento Europeo – Con il cosiddetto Libro Verde si vogliono coinvolgere gli operatori del comparto per avere una fotografia concreta della situazione. Con l'Associazione dei commercianti 4Com si è pensato a questo appuntamento del 22 aprile dopo il nostro incontro a Bruxelles anche per dettare un'agenda d'azione e non continuare a subire gli effetti di uno stato dei fatti».

«Fra le priorità, l'accesso al credito – continua la Angelilli – Quasi la totalità del settore, oltre il 95 per cento, è fatto di piccole e medie imprese che rappresentano l'ossatura della realtà produttiva del Paese. La vendita al dettaglio rappresenta numeri importanti dell'economia: l'11 per cento del Pil e il 15 per cento dell'occupazione totale nell'Unione Europea. Le Pmi, in questo momento di crisi, vanno più facilmente in sofferenza e riescono ad accedere con più grande difficoltà al credito».

«Pochi giorni fa abbiamo votato “Basilea 3”, schema internazionale di regolamentazione per le banche, chiedendo l'introduzione di un coefficiente diverso e più favorevole – sottolinea l'eurodeputato – creando per le piccole e medie imprese un supporting factor per regole meno stringenti da parte delle banche in caso di concessione di prestiti. Da gennaio 2014 sarà in vigore. Ci abbiamo impiegato quasi un anno, ma è stato frutto di un appello unanime degli operatori del settore, appello concreto che andava ascoltato».

Convegno 3«Alcuni giorni fa anche Draghi ha ribadito che ci siano erogazioni a tassi ragionevoli – aggiunge la Angelilli - Ma non bisogna dimenticare l'abbattimento degli oneri burocratici per ottenere una macchina statale snella che non faccia perdere tempo e che sulle aziende non pesi, come oggi, in termini di oneri finanziari eccessivi. Occorrono dei piani di programmazione territoriale e in questo le amministrazioni locali sono preziosissime, poi un controllo continuo contro abusi e contraffazioni. Devo sottolineare che tutti i sistemi in paesi di punta per numero di abitanti e numeri economici, tutti riscontrano gli stessi problemi».

«RisoLVo è una cosiddetta buona pratica – rimarca l'europarlamentare – segnale che non ci si scoraggia, si reagisce creando una rete con le banche e con professionisti, guardando inoltre verso l'Unione Europea per comprendere se ci sono linee di credito da indirizzare al territorio. RisoLVo sta riscuotendo parecchia curiosità e interesse in molte realtà limitrofe a quelle del IV Municipio romano».

«Non bisogna dimenticare un aspetto importante, al passo con i tempi – conclude Roberta Angelilli - aiutare i piccoli esercizi a entrare nella vendita web, utile per alcuni obiettivi e linee di vendita: fare gruppo può essere utile per raggiungere un obiettivo del genere, sempre legati al territorio, non chiudendosi nei centri commerciali, informando il consumatore sulle ottime opportunità, sempre tenendo conto del giusto equilibrio qualità/prezzo. Il commerciante può svolgere un ruolo di intermediazione per la scelta dell'acquisto consapevole. Il Commercio deve quindi ridisegnare se stesso, aggiungere altre forme come il commercio elettronico che sia complemento alla normale attività, dialogando così con il quartiere, la città, il Paese e, perché no, anche oltre».

Questo articolo è stato pubblicato a convegno in corso. A questo link il secondo articolo conclusivo sul tema: "I commercianti incontrano l'Europa" (2): bilancio del convegno del 22 aprile 2013

300x250 ama roma muniv

channel

Video 

 

Storie, cronaca, interviste, fatti del territorio, tutto ciò che è possibile raccontare in un filmato grazie al canale YouTube "di Roma". Guarda adesso

La Card del IV Municipio

© 2012 www.di-roma.com | Testata giornalistica "di Roma", registrazione n° 159/2012 del 24/5/2012 presso il Tribunale di Roma