www.di-roma.com

 cartest    presentazione standard1    DiRoma2 Prima terza pag1 3 rid3  

A+ A A-

Al via il terzo anno del ‘PROGETTO YEAH’ alla IC Maria Montessori di Roma

MURALES MENSA MONTESSORI

In partenza per la Polonia ragazzi e docenti della scuola di Monte Sacro. Poi a maggio si andrà in Danimarca. Altamente positivo il bilancio delle esperienze già fatte, con scambi culturali in Ungheria, Lituania e Spagna. Per l’Italia la scuola ospitante è stata l’Istituto Comprensivo Maria Montessori di Roma. Nel prossimo incontro in Polonia si parlerà di ‘coesistenza e mediazione scolastica’

di Maurizio Ceccaioni

YEAH logoOggi, dopo la chiusura del primo anno del progetto ‘Yeah! Young European in Action Help’, realizzato nell’ambito del programma ‘Erasmus+’ dall’Istituto Comprensivo Maria Montessori di Roma diretto dalla dottoressa Angela Gallo, facciamo il bilancio delle attività svolte e quelle in programma per il terzo anno, appena avviato.
Il progetto ‘Yeah!’ ha come temi fondamentali la ‘coesistenza e la mediazione’. Il 2016 si è chiuso con varie attività in cui sono stati coinvolti direttamente o indirettamente 31 alunni della Maria Montessori di viale Adriatico 140.  I docenti che hanno accompagnato i ragazzi nelle “trasferte estere” sono stati sette, anche se è stato molto più vasto il contributo al successo del programma, da parte di docenti e alunni.
Il progetto, che prevede una serie di attività stabilite con un’agenda condivisa, è stato monitorato costantemente con un fattivo sistema di comunicazione fra i partner coinvolti. Durante i soggiorni, oltre a fare lezione, partecipare a workshop, svolgere attività sportive o ricreative in ambienti diversi, i ragazzi, sotto la guida degli insegnanti della scuola ospitante, hanno fatto i conti con approcci e metodologie diverse d’insegnamento.
«Si è trattato di un'esperienza decisamente impegnativa ma positiva al tempo stesso, per diversi fattori», ha dichiarato la professoressa Cristina Dell'Orco, che con la collega Marta Borrelli gestisce la Funzione Strumentale Progetti e Sviluppo, che segue tutte le attività nazionali e internazionali che possono contribuire all'ampliamento dell'offerta formativa, come bandi, concorsi, iniziative, ecc.
ERASMUS 04Ma la ‘Funzione Strumentale’ nella Maria Montessori, è una vera e propria squadra e al loro fianco c’è una Commissione "verticale" (infanzia, primaria, scuola secondaria di I grado), che opera su questi fronti. «Un aspetto peculiare delle attività del progetto portate avanti dal nostro Istituto spiega ancora Cristina Dell'Orco -, è proprio la "verticalità", cioè lavorare e stare insieme tra alunni di scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado. È un aspetto che ha colpito positivamente i nostri colleghi europei e in tutti i report che presentiamo nei vari meeting emerge sempre il nostro essere "Istituto Comprensivo"».
«Sono state superate brillantemente anche quelle difficoltà che possono uscire fuori durante un programma articolato come questo che coinvolge alunni, presidi e docenti, provenienti da diversi paesi europei – ha continuato la docente -, dalla prima volta in aereo, alla lontananza da casa, al relazionarsi con persone che spesso non sono né i tuoi insegnanti, né i tuoi compagni di classe. Ospiti presso la famiglia di un ragazzo o ragazza, conosciuti qualche giorno prima della partenza, via mail o sui social. In un paese dove tutto è diverso a cominciare dalla lingua».
ERASMUS 02Un approccio solidale e umano, oltre che sociale, al di là delle diversità linguistiche e socioculturali, che è servito a formare un gruppo solidale di “diversi”, ma uguali. Un’esperienza sicuramente impegnativa, che ha coinvolto nel profondo famiglie ospitanti, ragazzi e docenti, tanto che dalle loro dichiarazioni è emerso, in molti casi, che sia stata la più bella della loro vita, conclusa per tra abbracci, lacrime e tante promesse. Prossime tappe: 9-15 marzo in Polonia; 4-9 maggio in Danimarca.
Oltre ai meeting tra le scuole coinvolte, si sono tenute anche delle sessioni di incontri da “remoto”, come la ‘Giornata Mondiale della Tolleranza’ celebrata il 16 novembre2016 e il ‘Safer Internet Day 2017’,  fatto il 7 febbraio scorso. Il 9 maggio sarà la volta dell’Europe Day. In previsione anche ‘Day of Peace & Care’  e ‘Day of European Sport’.
Di ‘coesistenza e mediazione scolastica’ si parlerà nel prossimo incontro in Polonia. L’impegno di ogni scuola sarà di presentare un lavoro svolto su questo tema, nel percorso formativo che ha coinvolto gli alunni. Un argomento sempre più importante è quello della violenza nei mezzi di comunicazione e nell’occasione, l’Istituto comprensivo Maria Montessori presenterà e condividerà con docenti e alunni delle altre scuole partecipanti, il recente ‘Manifesto delle Parole Ostili’.
ERASMUS 03Se il tema dell’Inclusione punta a individuare delle best practice, grazie alle varie azioni messe in campo nelle varie scuole interessate, se c’è un argomento che domina su tutti, specie per chi viene da una scuola di metodo montessoriano, è quello che ruota attorno al concetto di prendersi curadi qualcosa o di qualcuno, principio sostenuto da Maria Montessori, ma anche da Don Lorenzo Milani
Dalle esperienze già fatte, si è visto come questi meeting siano un valido momento di crescita sia per alunni che per docenti accompagnatori.  Oltre alle lezioni, a specifici workshop, attività di gruppo, escursioni e visite culturali, i ragazzi ospitati nelle famiglie polacche, condivideranno la giornata coi loro nuovi "compagni di classe".
La partecipazione a incontri con le autorità scolastiche e amministrative locali è uno dei compiti principali di rappresentanza dei docenti, ma più importante è il confronto con gli altri colleghi, per uno scambio sulle diverse metodologie didattiche, oltre all’approfondimento sull’organizzazione della scuola.
ERASMUS 01Il programma Erasmus (European Region Action Scheme for the Mobility of University Students) nacque nel 1987, per permettere ai ragazzi dell’Unione Europea di studiare per brevi periodi nei paesi comunitari e scambiarsi esperienze e conoscenze. Da tre anni questo programma comunitario si chiama ‘Erasmus+ per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport’. Nell'ambito di questo programma, anche l’Istituto Comprensivo Maria Montessori di viale Adriatico 140 è stato coinvolto in questi scambi culturali che hanno interessato alunni, presidi e docenti, provenienti da Spagna, Ungheria, Danimarca, Lituania e Polonia. Da settembre 2015 sono stati quattro i meeting già realizzati: Ungheria, Italia, Lituania e Spagna.
Insomma, mentre gli “adulti” litigano sempre più spesso e crescono le divisioni tra i Paesi membri, almeno i figli dell’Europa continuano a dimostrare ai “padri”, che fare le cose assieme migliora la convivenza e il mondo. 

Foto Ic Maria Montessori-Roma. Il murale nell’immagine di apertura si trova nei locali mensa di viale Adriatico 140 e realizzato dagli studenti nell'ambito delle attività sul "Cibo sano" realizzate durante il progetto.

Per info: Progetto_Yeah 

300x250 ama roma muniv

channel

Video 

 

Storie, cronaca, interviste, fatti del territorio, tutto ciò che è possibile raccontare in un filmato grazie al canale YouTube "di Roma". Guarda adesso

La Card del IV Municipio

© 2012 www.di-roma.com | Testata giornalistica "di Roma", registrazione n° 159/2012 del 24/5/2012 presso il Tribunale di Roma